Gestione separata: obblighi contributivi per soggetti non residenti (1/2)


Si forniscono istruzioni sulla corretta applicazione delle norme in materia di legislazione applicabile, di cui ai regolamenti comunitari, ai soggetti iscritti alla Gestione separata.


In assenza di una specifica norma comunitaria applicabile direttamente ai lavoratori iscritti alla Gestione separata, dal punto di vista previdenziale, dette categorie di lavoratori sono assimilate ai lavoratori dipendenti o ai lavoratori autonomi.
In particolare, ai fini della determinazione della legislazione applicabile in base alla normativa comunitaria, con riferimento alle figure iscritte alla Gestione separata, sono assimilati, dal punto di vista previdenziale, ai lavoratori dipendenti i soggetti seguenti soggetti: dottorato di ricerca, assegno, borsa di studio erogata da MUIR; medico in formazione specialistica; collaborazione coordinata e continuativa le cui modalità di esecuzione sono organizzate dal committente sia nei tempi che nel luogo di lavoro (etero organizzate).
Sono assimilati, dal punto di vista previdenziale, ai lavoratori autonomi i soggetti che seguono: amministratore, sindaco, revisore di società, associazioni e altri enti con o senza personalità giuridica, liquidatore di società; collaboratore di giornale, riviste, enciclopedia e simili; partecipante a collegi e commissioni; venditore porta a porta; rapporto occasionale autonomo; collaborazione coordinata e continuativa nei casi in cui il rapporto non è etero organizzato; tutti i liberi professionisti per i quali non è prevista alcuna Cassa previdenziale obbligatoria.
Con riferimento all’esercizio simultaneo di attività subordinata e autonoma nel territorio di più Stati membri, la nuova regolamentazione comunitaria non contiene norme che esplicitamente deroghino al principio generale dell’unicità della legislazione applicabile. Il Regolamento (CE) n. 883/2004 prevede, infatti, che nella suddetta fattispecie di lavoro il lavoratore è assoggettato solo alla legislazione dello Stato dove è esercitata l’attività subordinata.
È possibile derogare alla previsione di legge attraverso la stipulazione di un Accordo che consenta la simultanea applicazione della legislazione di due Stati, previo consenso da parte di tutte le Autorità competenti degli Stati interessati. In questa ipotesi la contribuzione da versare alla Gestione Separata è calcolata in base all’aliquota prevista per i soggetti iscritti ad altra forma pensionistica.

Attività dello Studio

Le attività dello Studio La Commara comprendono il complesso sistema delle attività e obblighi normativi sia per le aziende che per i privati, in un constesto di continuo aggiornamento e

Attività dello Studio

Chi Siamo

Lo studio associato La Commara, fondato nel 1988, opera in tutto il territorio nazionale con sede a San Giuseppe Vesuviano (Na) e dal 2012 anche nel Comune di Brugherio (MB). Grazie alla

LA-COMMARA-chi-siamo-2