Detraibili le spese mediche pagate con bancomat del figlio


Il contribuente può utilizzare la carta bancomat intestata al figlio per pagare le spese detraibili a lei riferite, per le quali sussiste l’obbligo di tracciabilità, senza perdere il diritto alla detrazione, purché tale onere sia effettivamente sostenuto dal soggetto intestatario il documento di spesa (Agenzia Entrate – risposta 19 ottobre 2020, n. 484).

La Legge di Bilancio 2020 ha subordinato la detrazione al 19% degli oneri di cui all’art. 15 del Tuir al pagamento con mezzi tracciabili (carte di debito, di credito e prepagate, assegni bancari e circolari e altri sistemi di pagamento), ad eccezione delle spese sostenute per l’acquisto di medicinali e di dispositivi medici, nonché alle detrazioni per prestazioni sanitarie rese dalle strutture pubbliche o da strutture private accreditate al Servizio sanitario nazionale.


Il nuovo obbligo non modifica in alcun modo, ponendo ulteriori vincoli, i presupposti stabiliti dall’art. 15 del TUIR o dalle altre norme fiscali ai fini della detraibilità dall’IRPEF degli oneri quale, in particolare, l’effettivo sostenimento degli stessi.


Pertanto, l’onere è da considerarsi sostenuto dal contribuente al quale è intestato il documento di spesa anche qualora esecutore materiale del pagamento sia altra persona, aspetto quest’ultimo che attiene ai rapporti interni fra le parti.


Nel caso di specie, il contribuente può utilizzare la cartabancomat intestata al figlio per pagare le spese detraibili a lei riferite, per le quali sussiste l’obbligo di tracciabilità, senza perdere il diritto alla detrazione, purché tale onere sia effettivamente sostenuto dal soggetto intestatario il documento di spesa, circostanza nel caso di specie, supportata dalla dichiarazione del medesimo contribuente che ha riferito di aver rimborsato in contanti la spesa sostenuta al figlio.


Attività dello Studio

Le attività dello Studio La Commara comprendono il complesso sistema delle attività e obblighi normativi sia per le aziende che per i privati, in un constesto di continuo aggiornamento e

Attività dello Studio

Chi Siamo

Lo studio associato La Commara, fondato nel 1988, opera in tutto il territorio nazionale con sede a San Giuseppe Vesuviano (Na) e dal 2012 anche nel Comune di Brugherio (MB). Grazie alla

LA-COMMARA-chi-siamo-2